Astana-Maccabi Tel Aviv 4-0
Villarreal-Slavia Praga
Dinamo Kiev-Young Boys 2-2
Skenderbeu-Partizan Belgrado 0-0
Hoffenheim-Istanbul Basaksehir 3-1
Sporting Braga-Ludogorets 0-2
Milan-Aek Atene 0-0
Austria Vienna-Rijeka 1-3
Atalanta-Apollon Limassol 3-1
Everton-Lione 1-2
Zlin-Copenaghen 1-1
Sheriff Tiraspol-Lokomotiv Mosca 1-1
Hapoel Beer Sheeva-Steaua Bucarest 1-2
Lugano-Viktoria Plzen 3-2
Stella Rossa-Arsenal 0-1
Bate Borisov-Colonia 1-0
Marsiglia-Vitoria Guimaraes 2-1
Red Bull Salisburgo 0-2
Zorya Lugansk-Hertha Berlino 2-1
Ostersunds-Athletic Bilbao 2-2
Zulte-Vitesse 1-1
Nizza-Lazio 1-3
Vardar-Real Sociedad 0-6
Zenit-Rosenborg 3-1 ”

La terza giornata di Europa League si è appena conclusa e non sono mancati goal e sorprese. Se hai visto il match tra Astana e Maccabi Tel Aviv ti starai ancora lustrando gli occhi per la prestazione monstre dei kazaki, capaci di vincere 4 a 0 in casa con doppiette di Twumasi e Kabananga e ora a 4 punti. Brutto stop interno per il Villarreal, che incappa nel secondo pareggio di fila, stavolta contro lo Slavia Praga. Spagnoli che devono ringraziare Bacca, che ha completato la rimonta dopo che i cechi erano andati avanti 2 a 0. Girone ora intricato, con Villarreal e Slavia a 5 punti, seguiti dall’Astana a 4. Nel Gruppo B ha rallentato la Dinamo Kiev, che si è fatta imporre il pari dallo Young Boys. Ma del 2 a 2 tra ucraini e svizzeri non ha approfittato il Partizan Belgrado, che ha pareggiato 0 a 0 in Albania. Il girone rimane quindi saldamente nelle mani degli ucraini. Il Gruppo C si conferma tra i più sorprendenti. Se stavolta l’Hoffenheim ha fatto il suo dovere, battendo 3 a 1 l’Istanbul Basaksehir tra le mura amiche e cogliendo i primi 3 punti della propria Europa League, il pata-trac lo fa il Braga, sconfitto 2 a 1 in casa dal Ludogorets, che si ritrova così in testa al girone con 7 punti.

Brutta serata se sei tifoso rossonero, visto che nel gruppo D il Milan si è fatto imporre lo 0 a 0 casalingo dall’Aek Atene, giocando una partita sottotono. Ora i rossoneri devono guardarsi anche dal Rijeka in ottica qualificazione, perchè i croati hanno battuto 3 a 1 a domicilio l’Austria Vienna e sono tornati in corsa. Per fortuna l’Atalanta non ha invece deluso, battendo 3 a 1 in casa l’Apoel e volando a 7 punti nel gruppo E con un’altra prestazione di spessore degli uomini di Gasperini. Bruttissimo spettacolo a Liverpool, dove non solo l’Everton perde ancora (1-2 in casa contro il Lione), ma dove c’è stata anche una maxi-rissa tra i giocatori, la quale ha coinvolto anche alcuni spettatori. Grande equilibrio nel gruppo F, dove il Copenaghen incappa nel terzo pareggio in tre partite, non riuscendo a vincere sul campo dello Zlin, che con l’1 a 1 ottenuto in casa è salito a 2 punti. Non ne ha approfittato la Lokomotiv Mosca, bloccata sull’1 a 1 in Moldavia dallo Sheriff Tiraspol. Chi invece vola è la Steaua Bucarest, che è a punteggio pieno nel Gruppo G dopo la vittoria sul campo dell’Hapoel Beer Sheva, ottenuta grazie alla doppietta di Gnohere. Bagarre dietro i rumeni, con il Lugano che ha vinto 3 a 2 in casa contro il Viktoria Plzen: ora svizzeri, cechi e israeliani sono tutti a 3 punti.

Anche nel Gruppo H c’è un dominatore ed è l’Arsenal, che ha battuto 1 a 0 a domicilio la Stella Rossa di Belgrado con goal di Giroud nel finale. Nell’altro match del girone ennesimo ko di una stagione maledetta per il Colonia, battuto 1 a 0 fuori casa dal Bate Borisov. Nel Gruppo I ha ripreso la propria marcia il Marsiglia, che ha battuto 2 a 1 il Vitoria Guimarais grazie anche all’ex Milan Ocampos. Il Salisburgo rimane in vetta al girone: gli austriaci hanno battuto 2 a 0 a domicilio il Konyaspor. Ancora sorprese dal Gruppo J: avresti mai pensato a Ostersunds e Zoyra Lugansk ai primi due posti? Ebbene è ciò che si è materializzato dopo il pari degli svedesi contro il Bilbao (2 a 2) e la vittoria degli ucraini contro l’Herta Berlino: ora tedeschi (1 punto) e spagnoli (2 punti) rischiano grosso. Nel Gruppo K la Lazio ha dominato sul campo del Nizza (1 a 3) e vola a 9 punti, mentre tra Zulte e Vitesse è finita 1 a 1. Infine, nel gruppo L continua la marcia perfetta dello Zenit di Mancini, che ha battuto 3 a 1 il Rosenborg. Dietro i russi, primi con 9 punti, si rifà sotto la Real Sociead, che ha rifilato un tennistico 6 a 0 a domicilio al Vardar, ancora a 0 punti.