FC Astana-Slavia Praga 1-1
M. Tel Aviv-Villarreal 0-0
Partizan Belgrado-Dinamo. Kiev 2-3
Skenderbeu-Young Boys 1-1
Braga-Istanbul Basaksehir 2-1
Ludogorets-Hoffenheim 2-1
AEK-Austria Vienna 2-2
Milan-Rijeka 3-2
Lione-Atalanta 1-1
Everton-Apollon 2-2
Lokomotiv Mosca-Zlin 3-0
S. Tiraspol-FC Copenaghen 0-0
Viktoria Plzen-H. Beer Sheva 3-1
Lugano-Steaua Bucarest 1-2
Colonia-Stella Rossa 0-1
Bate Borisov-Arsenal 2-4
Salisburgo-Marsiglia 1-0
Konyaspor-Guimaraes 2-1
Östersunds-Hertha Berlino 1-0
Athletic Bilbao-Zorya 0-1
Lazio- Zulte Waregem 2-0
Nizza-Vitesse 3-0
Zenit San Pietroburgo-Real Sociedad 3-1
Rosenborg-Vardar 3-1″

L’Europa League sorride alle italiane nella seconda giornata della fase a gironi che si è appena conclusa, ma come potrai vedere dal resoconto complessivo, non sono mancate sorprese e conferme nelle altre partite, a cominciare dal Gruppo A, dove il Villarreal non riesce a tornare da Israele con i 3 punti nonostante abbia schierato la formazione titolare e si deve accontentare di uno 0 a 0 che lo mantiene in testa in compagnia dello Slavia Praga, che in casa dell’Astana ha pareggiato per 1 a 1. Nel Gruppo B si delinea una supremazia della Dinamo Kiev, che ha sbancato il Maracanà di Belgrado per 3 a 2 dopo essere andato sotto 2 a 0 a fine primo tempo per una doppietta del camerunese Kana. Il sorprendente ribaltone da parte ucraina si materializza nella ripresa con una doppietta di Moraes e rete di Buyalskyy. Sorpresa anche in Svizzera, dove lo Young Boys si fa imporre il pari dagli albanesi dello Skenderbeu, che strappano un 1 a 1. Sarai sorpreso, ma l’Hoffenheim, inserito nel gruppo C, ha perso ancora e rimane inchiodato a 0 punti. La trasferta bulgara contro il Ludogorets finisce con una incredibile sconfitta per 2 a 1 che manda i bulgari a 4 punti. Vola anche il Braga, che ha battuto 2 a 1 in casa l’Istanbul Basaksehir.

Nel gruppo D il Milan ha vinto con il brivido contro il Rijeka, capace di rimontare il 2 a 0 firmato Andrè Silva-Musacchio. Alla fine Montella ha dovuto ringraziare Cutrone, in goal al 94°. Il Milan ora ha 6 punti e ha staccato l’Aek Atene, che ha pareggiato 2 a 2 in casa contro l’Austria Vienna con doppietta di un calciatore che ricorderai con la maglia dell’Atalanta, ovvero Livaja. Grande serata anche per l’Atalanta, che è tornata da Lione con un 1 a 1 che le consente di rimanere in testa al girone: grande protagonista ancora Gomez, che ha segnato il goal del pareggio dopo il vantaggio francese. Ennesima sorpresa in negativo è l’Everton: i Toffees infatti, nonostante un goal di Rooney, si sono fatti imporre il pari (2 a 2) dal’Apollon Limassol. Ora la panchina di Koeman traballa davvero. Nel gruppo F il Copenaghen non riesce a sfondare il muro dello Sheriff Tiraspol, che strappa uno 0 a 0 e sale a 2 punti in classifica. Vola la Lokomotiv Mosca, che vince 3 a 0 contro lo Zlin grazie a una tripletta di Fernandes. Gruuppo G nel segno della Steaua Bucarest, che ha espugnato il campo del Lugano per 2 a 1 dopo essere andata sotto nel primo tempo. Vittoria pesantissima del Viktoria Plzen in casa contro l’Hapoel Beer Sheva. Il 3 a 1 con cui i cechi hanno vinto li rilancia in ottica qualificazione.

Serataccia per il calcio tedesco in Europa League: oltre all’Hoffenheim è caduto anche il Colonia, che con la sconfitta casalinga contro la Stella Rossa di Belgrado (rete di Boakye) resta a 0 punti nel girone H. I tedeschi sono stati anche sfortunati, perchè hanno colpito 2 legni. Vola l’Arsenal di Wenger, che ha travolto 4 a 2 in trasferta il Bate Borisov con Walcott (doppietta) in evidenza. Nel gruppo I cade a sopresa il Marsiglia, sconfitto 1 a 0 dal Salisburgo, ora in vetta con 4 punti. Fa il colpo anche il Konyaspor: la compagine turca ha battuto 2 a 1 il Vitoria Guimarais e ha agganciato a 3 punti proprio i francesi. Il Gruppo J è stato il più sorprendente: gli ucraini dello Zoyra Lugansk hanno fatto l’impresa di giornata battendo il Bilbao in Spagna: erore della serata è stato Kharatin. Grande sorpresa anche in Ostersunds-Hertha Berlino : gli svedesi hanno vinto 1 a 0 e ora sono a punteggio pieno. Infine, nel gruppo K, vittorie agevoli della Lazio contro lo Zulte Waregem (2 a 0 con Caicedo ed Immobile) e del Nizza contro il Vitesse (3 a 0), mentre nel gruppo L lo Zenit di Mancini ha vinto lo scontro per la vetta contro la Real Sociedad (3 a 1), ora raggiunta dal Rosenborg, vittorioso sempre per 3 a 1 contro il Vardar.