Benfica-Manchester United: 0-1
Cska Mosca-Basilea 0-2
Bayern Monaco-Celtic 3-0
Anderlecht-Psg 0-4
Chelsea-Roma 3-3
Qarabag-Atletico Madrid 0-0
Juventus-Sporting Lisbona 2-1
Barcellona-Olympiakos 3-1
Maribor-Liverpool 0-7
Spartak Mosca-Siviglia 5-1
Manchester City-Napoli 2-1
Feyenoord-Shaktar Donetsk 1-2
Monaco-Besiktas 1-2
Lipsia-Porto 3-2
Real Madrid-Tottenham 1-1
Apoel Nicosia-Borussia Dortmund 1-1″

Si è chiusa la terza giornata della fase a gironi della Champions League e si comincia a delineare un quadro preciso nei gironi. Se stimi Mourinho sarai contento della vittoria dei Red Devils per 1 a 0 sul campo del Benfica grazie ad un regalo del giovanissimo portiere Svilar (classe 1999). Ora lo United è a 9 punti, mentre il Benfica, fermo a 0, è quasi fuori. Al secondo posto vola il Basilea, che ha vinto 2 a 0 in casa del CSKA Mosca con reti di Xhaka e del gioiellino Oberlin. Nel Gruppo B tutto come da copione, con il Bayern Monaco che ha vinto 3 a 0 contro il Celtic: a sbloccare il match è stato Muller, accantonato da Ancelotti e ripreso in grande considerazione da Heynckes. Alla mezz’ora è arrivato il 2 a 0 di Kimmich. Sigillo finale di Hummels nella ripresa. Non perde un colpo il super PSG di Neymanr, che ha vinto in scioltezza (0-4) in Belgio contro l’Anderletcht. In evidenza tutto il trio di attaccanti del team francese.

Anche tu avrai pensato alla Roma come vittima sacrificale al momento del sorteggio: ed invece i ragazzi di Di Francesco si stanno dimostrando all’altezza, come conferma il 3 a 3 ottenuto sul campo del Chelsea grazie ad una grande prestazioni di gruppo. Sugli scudi c’è Dzeko, autore di una doppietta. La qualificazione ora è davvero possibile, visto che l’Atletico Madrid ha pareggiato contro il Qarabag complicandosi decisamente la vita.
Nel Gruppo D la Juventus ha faticato in casa contro lo Sporting Lisbona, portando comunque a casa una vittoria per 2 a 1 che è il primo vero mattone per la qualificazione. Andata sotto per una autorete di Alex Sandro, la “Vecchia Signora” ha ribaltato il match grazie a Pjanic e Mandzukic. Grande serata per il Barcellona: i catalani non solo hanno vinto 3 a 1 in casa contro l’Olympiakos, ma hanno anche festeggiato il 100° goal di Messi in Europa. Nel Gruppo D si è finalmente sbloccato il Liverpool di Klopp, che dopo due pari consecutivi ha fatto una scorpacciata di goal sul campo del malcapitato Maribor, letteralmente annichilito: 7 a 0 per i Reds alla fine dei 90 minuti. Tra i protagonisti Firmino e Salah, autori di una doppietta. Per gli inglesi la vittoria ha un valore doppio, visto l’incredibile ko del Siviglia sul campo dello Spartak Mosca di Carrera. I russi, dopo due pareggi di fila, hanno stravinto 5 a 1 contro gli spagnoli e ora sono in testa al girone insieme al Liverpool.

Dolori per te se sei un tifoso del Napoli, visto che i partenopei vedono complicarsi maledettamente la corsa alla qualificazione dopo il 2-1 patito sul campo del Manchester City di Guardiola, che ha blindato il match con una mezz’ora da urlo e due goal in cinque minuti (8°Sterling, 13°Gabriel Jesus). Il rimpianto del Napoli è il rigore fallito da Mertens sempre nel primo tempo. Lo Shaktar Donetsk ha, purtroppo per il Napoli, fatto il suo dovere, battendo 2 a 1 a domicilio il Feyenoord con doppietta di Bernard, che ha ribaltato l’iniziale vantaggio di Berghius. Ora per il Napoli si fa davvero dura, visto che gli ucraini sono volati a +3 sulla banda di Sarri. Sorpresa nel gruppo G, dove con un doppio Tosun il Besiktas vince contro il Monaco e mette le mani sulla qualificazione, mentre per i monegaschi questa Champions è un incubo. Grande spettacolo a Lipsia, dove il primo tempo si chiude sul 3 a 2 per il Lipsia, che poi si difende con ordine nella ripresa e coglie un successo pesante in ottica qualificazione. Infine, grandi sorprese nel gruppo H, dove il Real Madrid domina ma non riesce a vincere in casa contro il Tottenham, che esce dal Bernabeu con un ottimo 1 a 1, mentre il Borussia Dortmund pareggia 1 a 1 in trasferta contro l’Apoel Nicosia e dice quasi addio alla qualificazione: entrambe sono infatti a -6 da Real Madrid e Tottenham.